L’allenamento del polpaccio, un muscolo piuttosto “critico”

Polpacci

L’allenamento dei polpacci è davvero molto importante per chi pratica Body Building, e il perché è presto detto: lo sviluppo di questi muscoli è complesso e si rivela molto meno agevole rispetto ad altri, come possono essere ad esempio quelli della parte superiore del corpo, o anche muscoli della gamba quali quadricipiti e bicipiti femorali.

Sul piano estetico, avere un polpaccio sufficientemente gonfio ha la sua importanza: accade spesso infatti che fisici scultorei e dalla massa muscolare notevole facciano sfoggio di polpacci piuttosto piccoli, o comunque stretti, e ciò influisce negativamente sulla complessiva armoniosità del corpo.

Lo sviluppo del polpaccio è sicuramente correlato a fattori genetici, di conseguenza ci sono persone che riescono a sviluppare senza problemi questo muscolo e altre che al contrario incontrano grandi difficoltà, pur avendo un fisico notevole dal punto di vista muscolare.

L’allenamento dei polpacci: un tema molto dibattuto in rete

È sufficiente una semplice ricerca in rete per notare che l’allenamento dei polpacci è particolarmente discusso dagli appassionati di fitness, a conferma del fatto che molte persone lo reputano un punto critico del proprio fisico.

Molti youtuber che trattano tematiche correlate al fitness affrontano quest’argomento esponendo il loro parere, allo stesso tempo si possono leggere approfondimenti molto interessanti in dei siti web che trattano tematiche di fitness, come ad esempio igeasalute.com.

Alla luce di questo, dunque, è davvero molto interessante scoprire quali siano gli esercizi più appropriati per far crescere i polpacci, ovviamente la consulenza di un personal trainer preparato è sempre vivamente consigliata.

Calf in piedi e da seduti

Quando si parla di esercizi per i polpacci, il primo che viene in mente è la cosiddetta “calf”: relativamente a quest’esercizio è tuttavia necessario distinguere tra due varianti, quella in piedi e quella seduti.

Quanto alla calf va fatta peraltro un’ulteriore specificazione: ambedue le tipologie di esercizio, sia quella in piedi che quella da seduto, si possono eseguire sia utilizzando dei pesi o dei bilancieri, sia tramite degli appositi macchinari.

La calf in piedi prevede sostanzialmente che, da posizione eretta, si sollevi l’intero corpo facendo leva esclusivamente sui polpacci, e affinché questo movimento possa essere eseguito in modo completo bisogna posizionare le proprie punte su una sorta di “gradino”.

Nella calf da seduti il movimento è analogo, con la differenza che lo sforzo di sollevamento viene compiuto da seduti piuttosto che da posizione eretta.

Allenare i polpacci utilizzando la pressa

Un altro ottimo metodo per allenare i polpacci, una tecnica di cui non tutti gli appassionati di fitness sono a conoscenza, è quella che prevede l’utilizzo della pressa.

La pressa, come noto, è un attrezzo che nasce per l’allenamento delle gambe e che prevede che il peso venga spostato con gli arti inferiori.

Parallelamente all’utilizzo classico di questo macchinario ve n’è anche uno, meno convenzionale, specifico per i polpacci: posizionando esclusivamente la punta dei piedi sull’estremità della pressa è possibile eseguire un movimento che “isola” il polpaccio, facendo sforzare esclusivamente questo muscolo.

Altri esercizi per allenare i polpacci

Anche la cosiddetta Multipower si può utilizzare per allenare i polpacci: il bilanciere di questo macchinario, infatti, può essere impugnato e sollevato facendo leva esclusivamente sui polpacci, senza far intervenire gli altri muscoli del corpo.

Se si preferisce un esercizio più dinamico, particolarmente indicato, ad esempio, a chi ha la necessità di perdere qualche chilo di troppo, si può pensare di utilizzare la classica corda.

Se il salto con la corda viene eseguito rigorosamente in punta di piedi, infatti, i polpacci vengono stimolati in maniera molto efficace, unitamente ad altri muscoli delle gambe.

Related Posts

by
Previous Post Next Post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

0 shares