Come scegliere la casa di cura giusta – I consigli

Capita nella vita di dover scegliere la struttura adeguata all’assistenza di un nostro caro. Seppur l’offerta non manca, la scelta può complicarsi quando ci addentriamo nel tema delle “case di riposo”. In questo articolo vedremo di fare un po’ di ordine per togliere la confusione inevitabile dato il diverso modo che talvolta constatiamo per chiamare la stessa cosa in modi differenti.

Innanzitutto non tutte le case di riposo sono strutture adatte a tutti gli anziani.

Dobbiamo fare una divisione tra due tipi di struttura per anziani. La Residenza sanitaria assistita (RSA) è differente dalla Residenza assistenziale (RA). Nel primo caso la struttura è in grado di accogliere gli anziani che non sono in grado di provvedere a se stessi, in più hanno bisogno di precise cure mediche che non possono essere attuate a casa propria.

Le RA invece sono destinate ad anziani che hanno un certo grado di autosufficienza totale o parziale. Queste strutture sono molto differenti dalle RSA poiché non hanno bisogno di particolari strumentazioni, per lo più si tratta di comunità alloggio, o case albergo ove viene messa in atto la gestione collettiva di più ospiti.

Ci sono residenze che sono particolarmente dotate di servizi da abbracciare entrambe le attività tipiche delle due strutture, come nel caso della casa di cura Villa Regina. E’ certamente un vantaggio per la tranquillità dell’ospite e del familiare, riluttante a fronteggiare situazioni di confine in cui non si è in grado di valutare quale sia la soluzione migliore. Inoltre l’anziano vive male lo spostamento da una struttura ad un’altra e ciò può comportare l’insorgenza di uno stato depressivo.

I consigli per scegliere la casa di riposo giusta

In questa semplice lista sono raccolti alcuni consigli a cui è bene prestare attenzione per riuscire ad individuare i bisogni del proprio caro, rapportandoli ai servizi delle diverse strutture.

  • Sembra una cosa banale ma a veder le cronache non lo è. Verifica che la struttura sia autorizzata a svolgere l’attività socio-sanitaria. E’ necessario che la RSA sia accreditata presso il servizio sanitario nazionale.
  • Non stare molto sulle descrizioni generiche ma visita la struttura per capire di cosa si tratta nella realtà. Se a tale richiesta non c’è riscontro o peggio vengono fornite motivazioni fantasiose o pretestuose meglio cambiare residenza.
  • Il tuo caro merita un piano di cure personalizzato, verifica se nei colloqui sono previste assistenze personalizzate.
  • Ogni struttura sanitaria deve avere la Carta dei Servizi, richiedila e accertati che sia approvata recentemente.
  • Nella retta devono essere compresi i servizi di base. Prendi visione di ciò che è compreso e ciò che invece viene ritenuto accessorio.
  • Informati in merito al livello professionale generale con particolare attenzione ai servizi dedicati alla riabilitazione.
  • La località ha un certo valore. Se troppo lontana devi mettere in conto di organizzarti per riuscire a seguire il parente con visite periodiche. Di certo la struttura che lo ospita deve avere dei parametri. La scelta tra le due opzioni deve propendere per la struttura e non per la vicinanza a cui si può porre rimedio con un po’ di buona volontà.
  • L’alimentazione ha una sua importanza, sia per il livello che per i gusti, non è male se è possibile interagire con la struttura per questo argomento.
  • Normalmente c’è anche un servizio religioso apprezzato dagli anziani.
  • In ultimo l’animazione è gradita come passatempo e il collegamento con i servizi di volontariato di solito assicurano un certo numero di svaghi.

Questi sono consigli pratici che aiutano a gestire in breve periodo una circostanza che molto spesso non si può programmare. Serve pazienza e saper ascoltare, ma anche porre le giuste domane.

Related Posts

by
Previous Post Next Post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

0 shares