Cosa mangia il vegano

Cosa mangia un vegano

Chi decide di seguire un regime vegano dovrà eliminare tutti quegli alimenti di origine e derivazione animale, per favorire esclusivamente quelli di origine vegetale. Inoltre, alcune religioni aboliscono completamente l’origine animale, mentre lo stile di vita salutare sembra rimanere la motivazione più in voga tra i vegani. Alcuni medici hanno proposto un regime personalizzato e vegano per contrastare gli effetti di alcune patologie responsabili di un’alimentazione odierna sregolata e sbilanciata, prevenendo l’insorgere di patologie cardiovascolari.

Solitamente un vegano introducerà una percentuale di caboidrati pari al 75-87%; una percentuale di proteine pari al 6-15% e una percentuale di lipidi pari al 5-10%.

Ma è davvero sano ed equilibrato nutrirsi sotto un regime vegano? E soprattutto, che cosa mangia effettivamente un vegano?

ALIMENTAZIONE VEGANA CIBI CONCESSI

La cucina vegana, come ci ricorda http://www.esaustivo.it/, offre una diversa scelta di prodotti nonostante le sue limitazioni imposte, tutti rigorosamente di origine vegatale.

COLAZIONE VEGANA

Per la colazione in vegano sceglierà quindi tra: tisane, tè, succhi di frutta, centrifugati, latte vegetale, latte di cocco, latte di mandorle, latte di riso o soia, latte di nocciole, latte i kamut, semi di sesamo, ecc. In alternativa al latte yogurt di soia, oppure biscotti vegani (disponibili in commercio e riconoscibili grazie all’apposita dicitura in etichetta), biscotti preparati in casa (con l’utilizzo di burro, uova e latte vegetali), torte doci (stesso metodo di preparazione), muesli di quinoa, fiocchi di avena, pane con marmellata o crema dolce spalmabile priva di ingredienti animali, frutta a guscio, frutta fresca, zucchero di canna integrale oppure malto, sciroppo d’acero per dolcificare latte e tisane.

PRANZO VEGANO

Il pranzo vegano prevede una scelta di ingredienti fra: pasta e riso, oppure primi piatti a base di cereali, integrabili con legumi come offre anche la dieta tipica mediterranea. Per evitare le abbuffate è anche possibile consumare un’insalata a crudo di verdure miste prima della portata principale. Ideali anche le insalate di orzo, cereali, quinoia, grano saraceno, ecc. In alternativa una zuppa di legumi, condimenti come salse e pesti di origine vegetale al 100%, vellutate, passati, ecc.

CENA VEGANA

La cena vegana prevede un apporto di alimenti proteici per compensare il corretto apporto di nutrienti. Frittate di verdure, frittate di ceci, zuppe di legumi, polpette di legumi o miglio, verdure ripiene, seitan, tofu vegetale, cotolette vegane, formaggi vegani.

SPUNTINI VEGANI E DESSERT

Al posto delle classiche merende e degli snack spezza-fame, il regime dietetico vegano prevede: frutta secca oleosa come mandorle, noci, anacardi, nelle versioni al naturale, prive di zuccheri e sale. Dolci preparati in casa, con ingredienti vegetali come burro, latte oppure olio vegetale. Pane, grissini, gallette di riso o di cereali; frutta fresca, centrifugati, yogurt vegetale, gelati vegani, mousse crudiste, ecc. Al posto dello zucchero bianco è consigliabile servirsi di prodotti come sciroppi vegetali soopra descritti.

Le ricette vegane prevedono spesso l’abbinamento del dolce e del salato, ad esempio cacao e zucchine, carote e cacao, nocciole e zucchine, da aggiungere al classico impasto per dolci.

CONTROINDICAZIONI DELLA DIETA VEGANA

La dieta vegana non risulta equilibrata e spesso richiede l’uso di integratori per sopperire alle carenze dei nutrienti che potrebbero insorgere. In presenza di particolari patologie e intolleranze è inoltre preferibile rivolgersi al parere di un medico nutrizionista.

 

Related Posts

by
Previous Post Next Post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

0 shares