Febbre dengue: cos’è e come prevenire il contagio

Nell’ultimo mese è allarme dengue anche in Italia, dove sono stati diagnosticati casi a Bologna, Firenze, L’Aquila e Modena. Abbiamo chiesto a un tecnico di Disinfestazioni Roma, azienda specializzata nei servizi di disinfestazione e nella lotta contro i parassiti, di spiegarci come possiamo allontanare le zanzare e prevenire il contagio da visrus dengue.

La dengue si trasmette tramite le punture delle zanzare che hanno punto una persona infetta è, inoltre, causata da 4 virus simili tra loro: Den-1, Den-2, Den-3 e Den-4.

Il contagio non avviene direttamente tramite gli esseri umani anche se sono proprio loro ad ospitare il virus. Nel sangue il virus circola per circa cinque giorni e proprio in questo momento che la zanzara lo preleva per trasmetterlo successivamente ad altri.

La zanzara che trasmette maggiormente il virus è la specie Aedes aegypti, non mancano casi di trasmissione anche dalla Aedes albopictus. La dengue esiste da circa due secoli ed è sempre stata presente nelle zone tropicali e sub tropicali di America latina e centrale, Australia, Sudest asiatico e Cina, Africa, India, Medioriente e zone del Pacifico.

La dengue negli ultimi anni è aumentata notevolmente in Europa e questo costituisce un pericolo di salute globale perché la malattia si espande tramite il commercio di merci e lo spostamento di persone.

Sintomi della febbre dengue

Nell’arco di cinque o sei giorni dalla puntura la malattia si manifesta con febbre con temperatura molto elevata. La febbre viene accompagnata da forti mal di testa acuti, dolori intorno agli occhi e insistenti dolori muscolari alle articolazioni. Spesso non mancano nausea e vomito, irritazioni della pelle sulla maggior parte del corpo. Neri bambini i sintomi sono assenti.

Prevenzione

La massima forma di prevenzione è evitare il contatto con le zanzare (vettore del virus). È fondamentale quindi l’uso di repellenti, l’impiego di vestiti protettivi, l’installazione di zanzariere e tende. Le zanzare sono molto più attive le prime ore del mattino, quindi attenzione in questa parte della giornata.

Il mezzo più efficace per combattere la dengue è, dunque, una lotta continua contro le zanzare: eliminare i ristagni d’acqua vicini all’abitazione oppure effettuare delle vere e proprie disinfestazioni contro le zanzare.Inoltre, interventi di disinfestazione costanti aiuteranno a rimuovere certamente i focolai d’infestazione e monitorare la situazione.

Nella maggior parte dei casi le persone malate guariscono in circa due settimane, le cure successive consistono nell’uso di farmaci per abbassare la febbre, somministrazione di liquidi contro la disidratazione e riposo assoluto.

Related Posts

by
Previous Post Next Post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

0 shares