Sette modi per essere felici e cogliere l’attimo

Felicità

Tutti vogliamo essere feliciMa cos’è realmente la felicità? Ecco una definizione che può essere condivisa: si tratta di una condizione in cui l’uomo non desidera avere di più di quello che ha in quel momento. Coglie l’attimo. In altre parole la felicità si basa nel vivere nel presente invece di desiderare cose per il futuro.

Come fare a cogliere l’attimo e a godersi il momento: Esprimere gratitudine.

Apprezzare ciò che avete ora vi porta automaticamente nel presente. Vi permette di superare l’insoddisfazione nel volere una casa più grande, un auto nuova, un cellulare di ultima generazione se ci riferiamo agli oggetti oppure un lavoro più bello, una donna o un uomo attraente, la stima delle persone.

Se siete in un periodo di forte depressione, avete stati d’animo cupi, se soffrite di patologie importanti è sempre bene andare da uno psicoterapeuta. Non dovete vergognarvi di rivolgervi ad uno specialista, oggi ci sono delle terapie brevi di psicologia che in dieci sedute possono risolvere parecchie patologie , senza per questo dover stare in analisi per anni.

Avendo questo pensiero in mente, esistono sette modi per “cogliere l’attimo” e trovare una felicità duratura.

I 7 modi per essere felici

  1. Alla fine di ogni giornata dite una cosa per la quale siete grati. Non si tratta di religione, anche se siete atei potete fare questa piccola cosa. Fatevi questa domanda e cogliete le piccole soddisfazioni che avete trovato durante il giorno.
  2. Scrivete una nota di ringraziamento a qualcuno alla fine della settimana. Se non riuscite a trovare un fatto particolare che vi porta a pensare ad una persona che vi ha particolarmente colpito, scrivete a qualcuno a voi vicino per ringraziarlo di essere parte della vostra vita.  Ogni volta che queste persone trascorrono del tempo con te è un dono speciale perché potrebbero sceglierlo di spenderlo con qualcun altro.
  3. Prendete 30 secondi per respirare. Non c’è modo più facile per essere grato per la vostra esistenza che non respirare. Chiudete gli occhi. Respirate attraverso il naso contando fino a tre ed espirate buttando fuori l’aria contando fino a cinque. Ripetetelo per dieci volte.
  4. Non fate niente per 5 minuti. Indovinate cosa succede? Niente! Non avete perso il vostro lavoro. La vostra famiglia non vi ha lasciato. Non siete un fallimento e gli amici virtuali di Facebook sono ancora li’. Nessuno vi ha giudicato. Infatti, l’unica cosa che è successa è che vi siete resi conto di poter ritagliarsi del tempo per voi e godere della propria presenza senza consumare qualcosa (mangiare, guardare la TV, ecc.).
  5. Chiama un amico e parlaci. Viviamo in stretta connessione. Abbiamo amici di Facebook e seguaci di Twitter. La rete è una grande cosa ma manca il significato di una stretta connessione. Raggiungi qualcuno che è importante per te, guardalo negli occhi o parlaci, oppure prendi il telefono e fai una chiacchierata, bastano anche pochi saluti.
  6. Sii proattivo.Ciò vale per tutte le relazioni. Da quelle di coppia a quelle amichevoli. Studi suggeriscono che molte relazioni (soprattutto i matrimoni) tendono a “sfibrarsi” nel tempo. Cosa possiamo fare? Dobbiamo impegnarci, un rapporto si deteriora se non ci impegniamo. Ad esempio:
  • Contattate regolarmente i vostri amici
  • Festeggiate le cose buone che sono accadute nella loro vita; far loro conoscere attraverso l’   ascolto attivo e costruttivo che gli siete vicini.
  • Non siate dei narcisisti conversazionali. Non parlate solo di voi e di quante cose belle fate e di quando siate bravi.

Prendervi cura degli altri è come prendersi cura di sè stessi. In questo modo, la vostra dedizione reciproca porta beneficio ad entrambi.

  1. Lasciate stare i pettegolezzi e parlate di cose profonde.Per essere onesti, i ricercatori notano chi discorsi banali sono utili per favorire le conversazioni sociali, soprattutto per le nuove conoscenze.

A lungo termine, però, per una vita più felice di deve uscire dalla banalità a favore di conversazioni più lunghe e più e profonde. In generale, parlare con gli altri è una buona cosa per la nostra felicità, ma quando la conversazione è sempre superficiale, comincia a prendere una brutta piega anche per noi.

Le conversazioni profonde sono spesso quelle riservate ad amici molto stretti e familiari, cio’ spiega ancora perché le relazioni intime sono così importanti per la nostra vita.

Related Posts

by
Previous Post Next Post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

0 shares