Feng Shui e benessere: come arredare la casa in modo armonioso

Il Feng Shui può essere una fonte di preziosi consigli e di utili suggerimenti per arredare la casa in modo intelligente e armonico. Una particolare attenzione deve essere riservata, tra l’altro, ai colori: ogni tonalità cromatica ha un significato ben preciso e degli effetti specifici sulla mente delle persone. In cucina, per esempio, il giallo è in grado di stimolare l’appetito e in più, sin dal momento della prima colazione all’inizio della giornata, garantisce la giusta carica di energia di cui si ha bisogno. Per la camera da letto, invece, è preferibile puntare sul verde o sul blu, dal momento che si tratta di tinte che agevolano il sonno e il relax; il rosa è più indicato per chi vuole spingere il pedale della passione e del romanticismo. In soggiorno, infine, vanno bene l’arancione e il rosso, che rendono più piacevoli le conversazioni.

La disposizione degli arredi

Come noto, uno dei tratti peculiari del Feng Shui riguarda la disposizione dei mobili in casa: secondo questa disciplina, il divano deve trovarsi in una posizione che consenta a chi si siede di guardare direttamente la porta di ingresso, in modo tale che chiunque entri si possa sentire ben accolto. Lo schienale del divano, inoltre, deve essere appoggiato alla parete, così che assicuri una piacevole sensazione di protezione. In camera, il letto non deve trovarsi di fronte alla porta, che deve essere il più possibile distante dagli occhi di chi sta provando ad addormentarsi.

Come comportarsi con gli specchi

Anche gli specchi richiedono una certa cura, in quanto sono potenzialmente in grado di contrastare il libero scorrere delle energie positive. In camera da letto non dovrebbero esserci specchi visibili, che – secondo il Feng Shui – rischiano di ostacolare il sonno. Può essere utile, invece, posizionare uno specchio all’interno di un’anta dell’armadio, o – ancora meglio – in corridoio. Per quel che riguarda i vetri delle finestre, invece, più sono ampi e meglio permettono di sfruttare la luce dei raggi del sole. Se le finestre si affacciano su una strada molto trafficata, però, è consigliabile coprirle con delle tende ad hoc, così che il passaggio delle auto non comprometta l’armonia; per non rinunciare alla luce naturale è sufficiente ricorrere a tende di colore chiaro.

Il Feng Shui in cucina e in giardino

Per la cucina, il Feng Shui prevede che il forno non si trovi mai vicino al lavello o al frigo; i mobili dovrebbero essere caratterizzati da forme arrotondate e fluide, mentre i fornelli andrebbero puliti con regolarità, non solo per questioni di igiene e di comodità, ma anche per favorire prosperità e abbondanza. I materiali scelti dovrebbero essere per quanto possibile naturali: via libera, quindi, alla pietra, al legno e al metallo, mentre le plastiche andrebbero limitate. Per i pavimenti sarebbe meglio puntare sul legno, e lo stesso dicasi per i serramenti: grazie a questo materiale si potrebbe beneficiare di una certa continuità tra gli interni della casa e l’ambiente esterno. A proposito del giardino, se ci sono delle piante poco curate il fluire delle energie positive può essere ostacolato: meglio provvedere a una manutenzione costante per evitare emozioni negative.

Gli ascensori e le scale

Le scale dovrebbero essere – stando a quel che prescrive il Feng Shui – in pietra o in legno, non troppo ripide e caratterizzate da gradini di altezza regolare. Nel caso degli uffici, la porta di ingresso non deve mai trovarsi di fronte a un ascensore: se così fosse, ci sarebbe il rischio di vicende finanziarie altalenanti.

Related Posts

by
Previous Post Next Post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

0 shares