I pregi degli aromi non tabaccosi per chi vuole smettere di fumare

Gli aromi come snoopify sono apprezzati da chi usa le sigarette elettroniche per la loro qualità e per la loro originalità. Una ricerca proveniente dagli Stati Uniti, per altro, ha messo in evidenza che gli svapatori che ricorrono a liquidi con aromi differenti rispetto al tabaccoriescono a smettere di fumare con più facilità rispetto a coloro che scelgono i gusti tabaccosi. L’indagine che ha fornito questi risultati è stata commissionata da Juul Labs, un’azienda della California, al Centre for Substance Use Research di Glasgow, ed è stata presentata in occasione del Global Forum on Nicotine 2019 che si è tenuto in Polonia, a Varsavia.

I risultati dello studio

La ricerca, denominata “Flavored Juul Use and Smoking Abstention Among Adult Smokers”, ha previsto il coinvolgimento di 37mila fumatori degli Stati Uniti in età adulta, e si è focalizzato sulle pod prodotte dalla ditta americana. Tuttavia, c’è motivo di ritenere che i riscontri che sono stati ottenuti siano in linea con i risultati di altri studi dello stesso genere. I partecipanti all’indagine hanno tutti comprato una pod mod in tempi recenti, e poi hanno svolto per un periodo di sei mesi un sondaggio online. 

Lo scopo dell’indagine

L’intento dei ricercatori era quello di verificare in che modo la probabilità di smettere di fumare in futuro sia condizionata dalla scelta degli aromi in momenti ben precisi, e in particolare a un mese di distanza, a due mesi di distanza e a tre mesi di distanza dal primo utilizzo. Proprio per questo motivo i partecipanti sono stati invitati a rispondere a specifiche domande all’inizio, dopo 30 giorni, dopo 60 giorni, dopo 90 giorni e dopo 180 giorni. Gli studiosi, così, hanno avuto l’opportunità di appurare quali aromi fossero impiegati e in che modo il comportamento dei fumatori fosse influenzato dal loro consumo con il trascorrere del tempo. In altri termini, si è voluto valutare in ciascuna delle fasi del percorso di valutazione quante probabilità ci fossero di passare dalla sigaretta classica a quella elettronica.

Che cosa si è scoperto

Gli esiti della ricerca sono stati ottenuti da un gruppo composto da circa 21mila partecipanti, e hanno permesso di capire che, per l’astensione dal fumo, un impatto positivo può essere garantito dal consumo di aromi non tabaccosi, con riferimento in particolare a quelli al mentolo o alla menta. Le probabilità più elevate di riuscire a dire addio al fumo si sono rivelate superiori del 14 per cento nei soggetti che hanno scelto un liquido al mentolo o alla menta, mentre per gli altri gusti le probabilità erano maggiori solo del 7 per cento.

Gli aromi alla menta

Insomma, in attesa che vengano eseguiti ulteriori studi in merito, chi al momento ha in programma di tentare di smettere di fumare può trovare un valido aiuto negli aromi alla menta: e se anche questo rimedio non dovesse funzionare, di certo si avrebbe la certezza di sfoggiare un alito sempre fresco e profumato, nettamente migliore rispetto al cattivo odore che viene lasciato in bocca dalle sigarette tradizionali.

Come smettere di fumare con le sigarette elettroniche

Non è certo un mistero che molti degli utilizzatori delle e-cig abbiano iniziato a svapare proprio per riuscire ad abbandonare il vizio del fumo, con tutte le conseguenze negative che esso implica dal punto di vista della salute e dei costi. Vale la pena di mettere alla prova, quindi, i gusti al mentolo, o comunque sperimentare tutti gli aromi non tabaccosi alla ricerca di quello che si preferisce. 

Related Posts

by
Previous Post Next Post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

0 shares