Integratori naturali che aiutano a perdere peso: come scegliere quelli giusti

Perdere peso

Il ricorso agli integratori naturali per perdere peso rappresenta una scelta adottata da molte persone che non vogliono sottoporsi a una dieta troppo restrittiva. Occorre sapere che il Ministero della Salute proibisce di definire tali integratori come dimagranti: essi, infatti, devono essere messi in commercio come coadiuvanti nell’ambito di diete globalmente controllate. Gli integratori vanno distinti rispetto ai farmaci per dimagrire, i quali vengono utilizzati unicamente nelle terapie per il sovrappeso e per l’obesità e che assicurano un calo ponderale considerevole e in tempi rapidi. In effetti il compito di un farmaco è quello di curare, trattare o prevenire una patologia, a differenza dell’obiettivo di un integratore, che consiste nel fornire sostanze utili per le funzioni fisiologiche normali.

Come funzionano gli integratori che aiutano a perdere peso

Sono molteplici e diversi tra loro i meccanismi di azione che regolano il funzionamento degli integratori in questo ambito. Oltre a modulare la sensazione della fame, essi contribuiscono a promuovere il senso di sazietà e regolano l’assorbimento dei grassi; sono, inoltre, degli eccitatori del sistema nervoso centrale. In pratica, intervenendo su uno di tali meccanismi (o anche su più di uno nello stesso momento), gli integratori permettono di incrementare la spesa energetica, accrescono il metabolismo e riducono l’introito energetico. 

Come risolvere il problema della fame?

Ecco alcune informazioni tratte da soluzione.online, il sito che risponde in modo chiaro ed esaustivo alle domande più frequenti sul benessere e la salute. Si tratta di un approfondimento che vale la pena di condividere, un integratore in grado di aiutarci sul fronte della fame: Bio Sazio Pro Saziante, la soluzione che garantisci un effetto saziante rapido. Favorisce la regolazione dell’appetito e della fame nervosa poiché genera all’interno dello stomaco un composto gelatinoso che serve proprio ad assicurare il conseguimento di una sensazione di sazietà. Naturale al 100 per cento, si rivela efficace specialmente nel caso in cui venga assunto in concomitanza con un equilibrato regime alimentare. Oltre alla barbabietola, la sua formulazione include la curcuma, la fibra di psillio e i semi di lino, grazie a cui vengono eliminati il grasso e i liquidi in eccesso.

L’assorbimento dei grassi

I prodotti che sono in grado di modulare l’assorbimento dei grassi hanno la capacità di ridurlo fino al 30 per cento. In pratica, i grassi che vengono introdotti attraverso ciò che si mangia sono espulsi tramite le feci. Il principio attivo, in particolare, inibisce alcuni enzimi che favoriscono la digestione dei grassi, cioè le lipasi gastriche e pancreatiche: nel momento in cui tali enzimi vengono bloccati, la digestione dei grassi viene limitata. Va precisato, tuttavia, che affinché questi prodotti si possano rivelare efficaci è necessario seguire una dieta ipocalorica, e quindi adottare un regime alimentare in cui il contenuto di grassi resti al di sotto del 30 per cento.

Quali effetti indesiderati si possono verificare

Non è raro che i farmaci comportino degli effetti indesiderati, di cui è bene essere consapevoli prima dell’assunzione. Le controindicazioni hanno a che fare in modo particolare con il benessere dell’intestino, e gli effetti collaterali rischiano di risultare gravi nel caso in cui la dieta comporti un contenuto di grassi molto alto. C’è da tener presente, inoltre, che con il blocco delle lipasi gastriche e pancreatiche si limita anche l’assorbimento del beta carotene e delle vitamine liposolubili, cioè la vitamina A, la vitamina D, la vitamina E e la vitamina K.

Come viene aumentato il senso di sazietà

Tra gli integratori che permettono di perdere peso ci sono quelli che aumentano il senso di sazietà e che, in pratica, permettono di mangiare meno rispetto a ciò che si era abituati a fare. Nel novero di questi prodotti spiccano quelli a base di glucomannano, che è una fibra alimentare per effetto della quale si verifica una precoce sensazione di sazietà. Assorbendo i liquidi, il glucomannano all’interno dello stomaco aumenta di volume. Questa fibra, inoltre, limita i livelli di colesterolo complessivo, rallenta l’assorbimento degli zuccheri e migliora il transito intestinale. 

La modulazione della sensazione di fame

Infine, se si sta cercando di ritrovare il proprio peso forma, vale la pena di prendere in considerazione anche l’acquisto di farmaci che servono a modulare la sensazione di fame. Essi intervengono sulle aree cerebrali da cui dipende il controllo dell’assunzione di cibo. Questi prodotti, in più, limitano l’attività dei centri del cervello che sovrintendono alla sensazione di piacere che deriva dal mangiare. In sostanza, l’appetito si riduce e si finisce per mangiare di meno. Va notato, comunque, che tali farmaci non possono essere comprati liberamente, dal momento che il loro acquisto è subordinato alla disponibilità di una prescrizione medica

Related Posts

by
Previous Post Next Post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

0 shares