La rimozione delle rughe con la chirurgia estetica

Partiamo col definire esattamente le rughe: sono segni della superficie cutanea che si potranno riconoscere in un avvallamento lineare della pelle. Questi segni sono dovuti alla perdita di elasticità e tonicità della stessa, causate dall’invecchiamento e dalla perdita di alcune caratteristiche, come il collagene.

Le rughe sono un argomento scottante per le persone, perché sono il primo segno, in tutti i sensi, dell’invecchiamento delle stesse. Da questo si può comprendere come l’arginare questi segnali, attraverso la rimozione delle rughe con la chirurgia estetica, sia un qualcosa sempre più d’interesse nella società moderna. Le tipologie di interventi chirurgici per rimuovere le rughe sono molteplici, e li si dovrà scegliere in base ad alcuni fattori, come il tipo di ruga e il grado di inestetismo della stessa.

Botulino (per contrastare le rughe mimiche, il più richiesto al momento) e acido jaluronico (infiltrazioni atte al riempimento delle rughe) sono i trattamenti effettuati dalla medicina estetica per contrastare l’insorgere delle vecchiaia della pelle, mentre gli interventi di chirurgia plastica possono essere molteplici, ed in base alla zona colpita dall’inestetismo:

  • contorno occhi
  • palpebra inferiore
  • bocca
  • naso labiale
  • frontale

Gli interventi specialistici in base alle zone colpite dalle rughe invece sono:

  • Blefaroplastica, con interventi mirati alla rimozione di pelle e grasso in eccesso nella zona delle palpebre;
  • Lifting viso, atto al ringiovanimento del tessuto del muscolo cutaneo della totalità del viso
  • Lifting temporale, focalizzato alla rimozione delle tristemente famose zampe di gallina, nella zona delle tempie. Eliminare le rughe dalla fronte con il lifting temporale aiuta a sollevare le sopracciglia, lisciare la fronte e diminuire gli effetti dovuti alla concentrazione muscolare nello spazio tra le sopracciglia stesse.
  • Lifting collo, dedicato alla rimozione della pelle in eccesso del collo
  • Lifting micro chirurgico, indicato per trattamenti lievi del viso, quindi per rassodare progressivamente la pelle
  • Peeling laser, ottimo per la rimozione di rughe superficiali e macchie, migliorando l’aspetto delle cicatrici.

Gli interventi di chirurgia estetica sono delle vere e proprie operazioni, e come tale devono essere prese. Esattamente come potrebbe avvenire come un intervento chirurgico di altra natura, questo deve essere affrontato con delle “precauzioni”:

  • affrontare l’intervento con la massima consapevolezza, sia del prima che del post operatorio e del periodo di guarigione completa
  • affidarsi a specialisti del settore dalla comprovata esperienza, come ad esempio il dottor Enrico Fruttero, chirurgo maxillo facciale con riconoscimenti a livello italiano ed europeo.

Come si potrà evincere dalla pagina https://enricofruttero.it/, il dottor Fruttero vanta collaborazioni con L’ASL di Asti nonché molte cliniche private di Torino.

Related Posts

by
Previous Post Next Post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

0 shares