Perché scegliere un materasso in memory foam: tutti i vantaggi

materassi memory foam

Selezionare il materasso giusto è essenziale per la salute non solo della schiena, ma anche del resto del corpo. Infatti, se questo elemento è di scarsa qualità ne risentono tutte le articolazioni, le spalle, il collo, e così via.

Un buon materasso, inoltre, ci aiuta a dormire meglio. Al risveglio ci sentiamo più energici e pronti ad affrontare la giornata: un sonno notturno adeguato è indispensabile per il benessere psicologico e mentale.

Per tutti questi motivi, bisogna riflettere con attenzione sul materasso più indicato per le singole esigenze. Nello specifico, il nostro intento è soffermarci sui modelli in memory foam. Cosa sono, e quali sono i vantaggi che comportano.

Vediamo perché scegliere un materasso in memory foam. Quali sono i pro? Ci sono dei contro? Come variano i prezzi di simili prodotti? Come è fatto esattamente un materasso di memory foam?

Cos’è il memory foam

La prima cosa da chiarire è la natura stessa del memory foam.

Con questo termine ci riferiamo a una schiuma, ricavata dal poliuretano e integrata con altre sostanze che ne modificano la densità. Come potete capire, non si tratta di una soluzione complessa: anzi, il memory foam è un materiale semplice, ma che ha segnato un notevole passo in avanti nel campo dei materassi.

Il memory foam
Il memory foam

Perché il memory foam è chiamato così? In inglese, foam vuol dire appunto “schiuma”, mentre memory può essere tradotto come “memoria”, “ricordo”. Il memory foam è in grado sia di adattarsi alla forma del nostro corpo, sia di “ricordarla”.

Il memory foam, in parole povere, cambia a seconda del peso e della struttura fisica della persona. Quando il materasso non viene usato, torna al proprio stato originario. E il bello è che questo materiale reagisce anche al calore: si deforma in maniera diversa in base alla situazione!

Come è fatto un materasso in memory foam?

I materassi in memory foam sono a strati. Si parte da un minimo di due, per arrivare a uno spessore maggiore di modello in modello.

Materasso in memory foam a strati
Materasso in memory foam a strati

Gli strati sono uniti tra loro da una speciale colla ad acqua, che tuttavia riduce la traspirabilità dell’insieme. Di conseguenza, è meglio restare su un numero di strati intermedio, tra i tre e i cinque, senza esagerare.

Questi materassi multistrato sono disponibili in commercio a prezzi che possono oscillare anche di molto. Il costo varia con la quantità di strati e con le dimensioni del materasso, con la densità, con i rivestimenti (di lana, di cotone, di lino ecc).

Se vi state chiedendo come si distinguono i migliori materassi in memory foam, essi dovrebbero avere zone di portanza differenti per garantire sostegno a più aree del corpo. È necessario che il memory foam sia di almeno 6 cm, e che il rivestimento sia rimovibile e lavabile.

I vantaggi del materasso in memory foam

Ma perché scegliere un materasso in memory foam?

I lati positivi sono tanti. Questi materassi sono eccellenti per i muscoli e per la colonna vertebrale: rappresentano un vero e proprio supporto, e favoriscono anche una corretta postura durante il giorno. Sono progettati per il rilassamento della schiena e delle articolazioni, il che è fondamentale per riposare bene (e per non avere, al mattino, quei fastidiosi dolorini alle spalle, al dorso e alle gambe!).

Un materasso alleato del nostro benessere
Un materasso alleato del nostro benessere

I materassi di memory foam ricalcano la nostra sagoma, e anche le posizioni che assumiamo nel sonno. Sono ideali per coloro che si muovono molto mentre dormono, in quanto preservano il loro benessere.

Insomma, questi elementi costituiscono un’autentica fonte di comfort e di comodità. Sono del tutto consigliati persino a chi soffre di dolori cervicali. Ciò che conta è individuare il materasso giusto, poiché non tutti quelli in memory foam hanno la stessa qualità: affidatevi ai marchi più professionali per trovare il materasso che fa per voi.

Gli svantaggi del memory foam

I materassi in memory foam sono sensibili alla muffa: è indispensabile che l’ambiente sia ben aerato per scongiurare questo problema.

Inoltre, in estate non sono tra i più rinfrescanti. Per fortuna ci sono materassi che combinano il memory foam e il water foam, una caratteristica che aumenta in misura notevole la capacità traspirante.

Memory foam vs lattice

Oltre a quelli di memory foam, sono famosi anche i materassi di lattice. Questi sono una valida alternativa, soprattutto per chi risente molto del caldo e dell’afa.

La struttura del materasso in memory foam
La struttura del materasso in memory foam

Il lattice è un materiale green, ottenuto da alberi come quello della gomma. A sua volta asseconda la curva della colonna vertebrale, ed è perfetto se avete il sonno leggero perché produce meno rumore.

Per la salute sono adeguati tanto i materassi in lattice quanto quelli di memory foam. Vi abbiamo illustrato perché scegliere un materasso in memory foam: una garanzia in numerose circostanze. Raccogliete tutte le informazioni più utili prima dell’acquisto, per comprendere quale sia il materasso più adatto alle vostre esigenze!

Related Posts

by
Previous Post Next Post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

0 shares