Le migliori posizioni per dormire ed evitare problemi di schiena e torcicollo

Il riposo notturno è fondamentale per la salute dell’organismo umano, per questo è davvero importante assumere le migliori posizioni per dormire bene ed evitare i problemi di mal di schiena e di torcicollo. I cuscini ortopedici sono davvero i migliori alleati per combattere il cervicalgia? Scopriamo in questa guida dedicata.

Le posizioni per dormire: quali sono le migliori?

Una delle posizioni più frequenti per dormire è quella a pancia in giù o prona. La maggior parte della popolazione italiana riposa proprio assumendo questa postura. Ma è veramente la migliore o fa male alla salute? In questa posizione innaturale, il corpo riposa con la pancia che aderisce direttamente a contatto con il materasso.

Si tratta di una posizione da evitare se si soffre di problemi di respirazione e se si hanno attacchi d’allergia ed asma. Infatti, la pressione che si esercita tende a “schiacciare” la cassa toracica: questo causa ancora più problemi ed affaticamento che può portare a crisi respiratorie.

Non è detto che alcuni soggetti possano dormire in questa posizione: pertanto, si consiglia di riposare su un materasso rigido e su un cuscino ortopedico per cervicale, in modo tale da evitare che possano insorgere dolori alla schiena, alle spalle ed al collo.

Tra i migliori cuscini, quelli ortopedici e l’ergonomico Memory, sono ideali per combattere quel fastidioso dolore cervicale che dal collo si irradia in tutta la schiena.

Un’altra posizione per dormire che viene assunta soprattutto dalla popolazione femminile è quella “fetale”.

Chi assume questa posizione per dormire si “raggomitola” su un fianco e si assicura un tepore che concilia il sonno. È la posizione ideale per chi ama riposare sentendosi protetto.

Purtroppo, però, non è una delle migliori posizioni da assumere per riposare dato che la schiena e la spina dorsale rimangono “incurvate”. Per questo la posizione “fetale” è tra le più sconsigliate dai medici e ricercatori dato che inibisce agli arti inferiori di rilassarsi e non favorisce la giusta circolazione sanguigna lungo le vene delle gambe e dei piedi.

È assolutamente importante stendere le gambe ed assicurare il rilassamento di quadricipiti e femorali per il buon funzionamento della circolazione sanguigna.

Chi non riesce a modificare il modo di riposare, può ricorrere ad una soluzione ad hoc: sistemare un cuscino morbido tra le gambe, così da evitare l’eccessiva pressione che viene esercitata quando ci si “raggomitola” su un fianco.

Dunque, qual è la migliore posizione per dormire per evitare problemi di schiena e di torcicollo? Dormire a pancia in su o posizione supina: aiuta a dormire bene, soprattutto, se si riposa su un materasso memory.

In questa posizione gli arti superiori e quelli inferiori sono ben rilassati e possono “scaricare” la tensione, evitando problemi alla circolazione sanguigna.

Anche la stessa spina dorsale, le spalle ed il collo a contatto con il materasso ed il cuscino ortopedico per cervicale non sono sollecitati ad assumere alcuna posizione innaturale.

La buona qualità del sonno è determinata dalla posizione del proprio corpo, in particolare dal rilassamento della struttura muscolo-scheletrica, oltre che dalla postura assunta dalla spina dorsale e dal collo.

Cuscino ortopedico cervicale: il cuscino “a rotolo”

Tutti i medici consigliano che per evitare la comparsa dei dolori al collo, alle spalle ed alla schiena è importantissimo dormire a pancia in su ed evitare la posizione prona che comporta un eccessivo sovraccarico ai muscoli del collo.

Inoltre, è buon consiglio optare per un cuscino per cervicale che aiuta ad alleviare tutti i dolori che si irradiano dalla zona del collo a causa dell’innaturale compressione delle vertebre.

I cuscini ortopedici sono tra i migliori cuscini per cervicali adatti per tutte quelle persone che soffrono di dolori al collo, alle spalle, e per chi soffre di disturbi alla circolazione sanguigna.

In commercio, si possono reperire diversi modelli e tipologie di cuscini ortopedici: uno dei più utilizzati e maggiormente consigliati dai medici è quello c.d. a “rotolo”.

Questo cuscino “a rotolo” deve essere utilizzato da tutti i soggetti che soffrono di artrosi cervicale e deve essere posizionato sotto il collo, in modo tale da evitare alle vertebre cervicali di far assumere movimenti indesiderati al capo.

Lo scopo prioritario del cuscino “a rotolo”, del resto come tutti cuscini ortopedici per cervicale, è quello di sostenere in modo adeguato il collo ed evitare che si assumano posizioni innaturali, specie per chi è abituato a dormire in posizione “fetale”.

Cuscini ortopedici: i cuscini “elevatori” per gli arti inferiori e superiori

Per assicurare un buon riposo notturno e per ridurre la lordosi lombare è importante acquistare anche un cuscino ortopedico da posizionare sotto gli arti inferiori (ginocchia e cosce) e/o gli arti superiori (braccia)

Tra i migliori cuscini ortopedici quelli “elevatori” sono ideali per mantenere la struttura muscolo-scheletrica ben rilassata e “distesa”. Questo è molto importante per chi soffre di problemi alla circolazione.

Devono essere utilizzati da tutti i pazienti che soffrono di problemi articolari come le gambe affaticate, gonfie, crampi e ogni altro dolore muscolare.

Related Posts

by
Previous Post Next Post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

0 shares