Proprietà e utilizzi dei cetrioli

Cetrioli

Il cetriolo è un ortaggio della famiglia delle Cucurbitaceae, spesso utilizzato sia in ambito culinario sia nel ramo della skin care. Non di rado, per esempio, è adoperato per la preparazione di maschere di bellezza, perfette anche per le pelli delicate.

I cetrioli sono freschi, nutrienti e adatti ai regimi alimentari dimagranti. Il loro apporto calorico è davvero minimo, un’ottima notizia se desiderate perdere qualche kg! Nel complesso stiamo parlando di una verdura dal notevole potere depurativo, drenante ed emolliente, di cui vale la pena approfondire le proprietà e i benefici.

Perché i cetrioli fanno bene?

Per cominciare, il cetriolo svolge un’azione detossinante e aiuta il nostro organismo nell’eliminazione delle scorie. Per lo stesso motivo è in grado di combattere problemi come la ritenzione idrica e il gonfiore addominale.

Chi consuma questo ortaggio ne apprezza la capacità saziante, che come già abbiamo accennato è ideale per coloro che vogliono restare in forma. Il cetriolo è composto per la maggior parte da acqua, riempie lo stomaco e contrasta il senso di fame che potrebbe coglierci tra i pasti principali.

Cetrioli su un tagliere
Cetrioli su un tagliere

Tuttavia il cibo in oggetto non è solo buono da mangiare: è anche eccellente per la realizzazione di creme per il viso e scrub homemade! In questo caso a tutti i vantaggi finora elencati se ne aggiungono altri, connessi all’aspetto e alla salute dei tessuti cutanei. Questi risultano sin da subito più idratati, levigati ed esfoliati, nonché più morbidi e luminosi.

In definitiva, il cetriolo è consigliato in diversi campi. È addirittura anticatarrale, ed è alleato del benessere dei bronchi e dei polmoni. Sembra, infine, che questa verdura possa prevenire i calcoli ai reni e alla vescica, e regolarizzare le funzioni dell’intestino.    

Cetrioli e valori nutrizionali

Già abbiamo evidenziato che il cetriolo fornisce pochissime calorie: una caratteristica che lo rende adeguato a una serie di diete.

Dovete sapere che tale ortaggio è formato da acqua per il 97% circa, e contiene 14 kcal ogni 100 g. Nella medesima quantità troviamo meno di 2 g di carboidrati, e soltanto 0,5 g di grassi.

Cetrioli per skin care
Cetrioli per skin care

D’altro canto, i cetrioli sono una fonte importante di sali minerali. Ci riferiamo soprattutto al potassio e al ferro, ma anche al manganese, al calcio e allo iodio. Senza dimenticare le vitamine, dato che tale prodotto è ricco di vitamina C, di provitamina A e delle vitamine del gruppo B.

Una sostanza fondamentale per chi aspira a perdere peso è l’acido tartarico, che ostacola i carboidrati nella loro trasformazione in grassi. Una piccola chicca: questo acido è presente in natura in vari frutti, come l’uva, l’avocado e il tamarindo.

Usi e destinazioni dei cetrioli

Alla luce di quanto abbiamo spiegato, avrete capito che il cetriolo è utile sia nel settore gastronomico sia in quello dell’estetica e del wellness.

Per quanto riguarda il primo, potete impiegare questo ortaggio per valorizzare tantissime pietanze: le insalate, le vellutate, le zuppe, la pasta, il riso e chi più ne ha più ne metta. I cetrioli sono ottimi crudi e cotti, e sono abbinabili a molti altri ingredienti e spezie.

Una maschera di bellezza ai cetrioli
Una maschera di bellezza ai cetrioli

Passando invece al body care, il cetriolo può avere numerosi scopi. I cosmetici da esso ricavati sono indicati per la cura della pelle sensibile, per attenuare le occhiaie e le rughe, persino per affievolire le scottature solari. C’è anche chi lo utilizza per uno shampoo fai-da-te, perfetto per il cuoio capelluto secco e per le chiome sfibrate.

Qualche curiosità

È interessante conoscere le curiosità legate al cibo, e i cetrioli non fanno certo eccezione. Innanzitutto vi informiamo che questa verdura era nota già 3.000 anni fa, ed era coltivata in alcune zone dell’Oriente.

Le prime aree della nostra penisola in cui si diffuse furono la Puglia, il Lazio e il Veneto. Si sa che Pietro Andrea Mattioli, medico e botanico italiano del XVI secolo, suggerì l’uso del cetriolo per la bellezza della cute.

Ad ogni modo, la fonte più antica in cui è citato questo ortaggio è l’Epopea di Gilgamesh, che risale a una fase compresa tra il 2600 e il 2500 a.C. Plinio il Vecchio, nella Naturalis Historia, racconta che l’imperatore Tiberio amava i cetrioli e che cercava di averli a disposizione in tutte le stagioni.

Tre ricette con i cetrioli

Per concludere, vi proponiamo tre ricette salate che prevedono i cetrioli.

Una è la famosa tzatziki: la deliziosa salsa greca realizzata con cetrioli, yogurt e aglio. Accompagnatela con il gyros o con la pita, per una cena memorabile e stuzzicante!

Tzatziki
Tzatziki

A dir poco squisiti sono gli involtini di pesce con cetrioli, da assaporare come antipasto oppure come secondo. La vivanda, con un pizzico di peperoncino, diventa ancora più speciale.

Buonissima, infine, è l’insalata di cetrioli, da guarnire con lattuga, rucola, mais e qualche cubetto di mela o di pera. Un piatto leggero ma nutriente, che potete personalizzare come volete in base alle vostre preferenze.

Related Posts

by
Previous Post Next Post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

0 shares