Perché bisognerebbe mangiare spesso il radicchio: tutto quello che c’è da sapere

radicchio

Il radicchio è un alimento molto salutare e leggero, che dovrebbe far parte della nostra dieta settimanale per una serie di motivi. Si inserisce tra quei cibi che fanno bene al cuore, alla circolazione del sangue e alle ossa; è ricco di vitamine e di minerali, ed è anche molto versatile in cucina.

Con il radicchio, infatti, si realizzano ottimi contorni e risotti sani. Tra l’altro questo ortaggio è antiossidante, in grado di rallentare l’attività dei radicali liberi e, quindi, il deterioramento delle cellule.

Insomma, ci sono varie ragioni per cui bisognerebbe mangiare spesso il radicchio! Continuate a leggere per approfondire: quali sono i benefici di questa verdura dal bel colore violaceo?

Le proprietà del radicchio

Per cominciare, il radicchio è alleato dello stomaco e dell’intestino. È nutriente ed è facile da digerire: non di rado è consigliato a coloro che soffrono di gastrite, di stitichezza e della sindrome del colon irritabile.

Insalata con radicchio
Insalata con radicchio

Non dimentichiamo che il radicchio favorisce l’eliminazione dei gas intestinali ed è complice di chi è affetto da meteorismo. È anche importante per il benessere del fegato, dato che stimola la produzione di bile.

Stiamo parlando di un amico prezioso non solo dell’apparato digerente, ma anche di quello cardiovascolare. Un consumo abituale di radicchio è utile per regolarizzare la pressione e per tenere sotto controllo i livelli di glicemia. Pensate che queste foglie sono eccellenti per la preparazione di insalate per diabetici.

Il radicchio contribuisce a ridurre il pericolo di malattie cardiache, soprattutto se associato ad altri ortaggi come i broccoli. Interviene anche nell’abbassamento del colesterolo cattivo, nonché nella prevenzione dell’invecchiamento dei tessuti.

In pratica, il radicchio fa bene all’intero organismo. È anche raccomandato per le diete ipocaloriche, poiché il suo apporto di kcal è davvero minimo.

Radicchio e valori nutrizionali

In linea di massima, 100 g di radicchio corrispondono a 13-14 calorie. Una buona notizia per chi desidera perdere peso senza rinunciare a piatti sfiziosi e saporiti.

La verdura in questione, come già evidenziato, è piena di vitamine: comprende quelle del gruppo B, la K (fondamentale per la coagulazione del sangue), la C (che incrementa le nostre difese immunitarie), la E (cui si deve lo straordinario potere antiossidante).

Un alleato del nostro benessere
Un alleato del nostro benessere

Nel radicchio ci sono, poi, numerosi minerali indispensabili come il ferro, il manganese, il rame, il magnesio, il fosforo, il potassio e il calcio. Un concentrato di sostanze essenziali per il nostro corpo e per la nostra mente.

Prendendo come punto di riferimento sempre la suddetta quantità standard di 100 g, in media 94 g sono di acqua, 1,5 g di carboidrati e soltanto 0,1 g di grassi. Le proteine ammontano a 1,4 g, gli zuccheri a 1,6 g. la dose elevatissima di acqua ha come conseguenza un notevole effetto drenante, motivo per cui il radicchio ha incredibili proprietà depurative e detossinanti.

Come usare il radicchio in cucina

Abbiamo accennato, all’inizio del discorso, che il radicchio è impiegato per la realizzazione di ottimi risotti.

Il risotto al radicchio è genuino, saziante e anche piacevole alla vista per le sue sfumature tra il rosso e il rosato. Suggeriamo circa 400 g di radicchio per 280 g di riso; al tutto bisogna aggiungere solo un filo di olio extravergine di oliva, cipolla, brodo vegetale e una spolverata di parmigiano grattugiato.

Risotto al radicchio
Risotto al radicchio

Il radicchio cotto è ideale anche per farcire i classici primi della domenica, come i cannelloni e le lasagne. Per esempio, le lasagne al radicchio prevedono (oltre all’ingrediente principale) un formaggio come il gorgonzola e la besciamella. In realtà, una simile pietanza può essere preparata con vari formati di pasta: nulla di meglio per mangiare spesso il radicchio.

Lasagne con radicchio e formaggio
Lasagne con radicchio e formaggio

L’ortaggio è consumabile anche crudo, nelle insalate con lattuga, rucola, carote, sedano e chi più ne ha più ne metta. È consigliato per valorizzare sia il pesce sia la carne. Gli appassionati della pasticceria gourmet impiegano il radicchio addirittura per i dolci, per le torte, per i muffin!

Qualche curiosità sul radicchio

Il radicchio rosso di Treviso, il più popolare e diffuso, è coltivato sin dal XVI secolo: in origine era ritenuto un alimento povero, caratteristico della dieta dei contadini e adoperato anche per sfamare gli animali nelle stalle.

Ancora oggi non si sa quando, esattamente, questa verdura divenne un autentico emblema di raffinatezza. Dal radicchio si ottengono molte vivande prelibate e ricercate, tipiche anche dei menu dei ristoranti stellati. Questo cibo è il protagonista della tradizione gastronomica di molte regioni, come il Veneto, ed è considerato molto versatile.

Alla luce di quanto abbiamo esposto, avrete senza dubbio capito perché conviene mangiare spesso il radicchio. Lo preferite con il riso o con la pasta, con le crespelle o con il pan di Spagna? Avete tante possibilità a disposizione, poiché l’ingrediente in oggetto è duttile e si adatta benissimo a una miriade di creazioni culinarie!

Related Posts

by
Previous Post Next Post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

0 shares