Le migliori posizioni yoga per il benessere della schiena

yoga schiena

Lo yoga è un vero e proprio toccasana per l’organismo. Gli esercizi che fanno parte di questa disciplina possono essere svolti sia in singolo sia in coppia, e fanno bene in generale a tutti i muscoli e le articolazioni del corpo.

Dovete sapere che lo yoga ha origini antichissime, e affonda le proprie radici nella notte dei tempi. Secondo alcuni studiosi risale addirittura al 5000 a.C.: nasce come un insieme di pratiche meditative e ascetiche, che abbracciano l’ambito fisico e quello psichico, la respirazione ecc., per recuperare l’equilibrio interiore e raggiungere la più completa armonia dello spirito.

Tra le altre cose, lo yoga è un’ottima soluzione per migliorare la postura e le condizioni della colonna vertebrale. Quanti di noi stanno sempre chini su una scrivania o sui libri, oppure sono geneticamente predisposti alla scoliosi e ad altre alterazioni simili? L’importante è rimediare il più presto possibile, eseguendo con regolarità le migliori posizioni yoga per il benessere della schiena.

Come è strutturata una seduta di questo tipo? Vogliamo precisare che, prima di dedicarvi a quest’arte, dovreste consultare il medico di fiducia o un personal trainer esperto per chiedere consiglio. È sempre meglio ascoltare un parere professionale in via preliminare, per non far danni!

La posizione del cobra

La posizione del cobra, conosciuta anche come Bhujangasana, è una di quelle basilari se soffrite di dolore alla schiena.

Stendetevi sul pavimento, preferibilmente su un tappetino da palestra, a pancia in giù con le gambe tese all’indietro. La testa e il busto sono sollevati, gli occhi rivolti verso l’alto. 

Posizione del cobra
Posizione del cobra

Il dorso, in questo modo, sarà curvo. Mantenete la posizione per minimo 15 secondi, massimo 30: noterete dei miglioramenti anche a livello di ansia e stress.

La posizione del pesce a gambe stese

La posizione del pesce con le gambe stese, o Matsyasana, è un altro must quando si parla di yoga per la colonna vertebrale. Ancora una volta dovete stare stesi, però con la pancia in alto e le cosce unite.

Il busto risulterà leggermente sollevato, la parte superiore della testa a contatto con il suolo, i gomiti nei pressi dei glutei. Mantenete per 15-30 secondi per un esito ottimale!

La posizione del cane a testa in giù

Nel novero delle migliori posizioni yoga per il benessere della schiena inseriamo anche quella del cane a testa in giù (Adho Mukha Svanasana).

Il vostro corpo formerà un triangolo, con i palmi delle mani e i talloni ben fissi a terra. Il punto più elevato è rappresentato dai glutei, mentre lo sguardo mira verso il basso.

Posizione del cane a testa in giù
Posizione del cane a testa in giù

La colonna vertebrale è distesa, la zona lombare si allunga, la tensione diminuisce in maniera sensibile. In alternativa, invece di rimanere fermi potreste muovervi lievemente facendo ondeggiare il bacino a destra e a sinistra.

La posizione dell’aratro

Chi si dedica allo yoga di certo ha sentito nominare la posizione dell’aratro, o Halasana. Questa non è tra le più semplici, ma è ricca di benefici per la schiena.

Posizione dell'aratro
Posizione dell’aratro

Stando supini con le braccia parallele ai fianchi, portate con lentezza le punte dei piedi all’indietro oltre la testa. Fermatevi non appena sentite dolore, per non rischiare di sforzare le vertebre. Questo esercizio è indicato per la salute di tutta l’area dorsale, dalle spalle al fondoschiena, ed è ritenuta eccezionalmente terapeutica.

La posizione del gatto

La posizione del gatto, Marjariasana, è molto più facile. Più che altro è rilassante per il collo e per la zona lombare: in alcuni casi è in grado di lenire istantaneamente il mal di schiena.

Come si effettua questo esercizio? Mettetevi carponi su un tappetino, a quattro zampe proprio come un gatto. Le ginocchia sono separate da qualche centimetro, i piedi distesi, i polsi all’altezza delle spalle. Inspirate guardando verso il soffitto, ed espirate rivolgendo gli occhi all’ombelico. Ripetete il tutto più volte.

La torsione

La torsione, Ardha Matsyendrasana, è una posizione alleata delle vertebre in generale. Iniziate stando seduti con le gambe incrociate; dopodiché spostate il piede sinistro in direzione del ginocchio destro.

Torsione
Torsione

La mano destra va ad afferrare la caviglia sinistra, il busto si “torce” all’indietro. Non temete, è più difficile a dirsi che a farsi!

La posizione del bambino

Balasana, la posizione del bambino, può essere svolta in qualunque momento della sessione.

Ponetevi in ginocchio e accostate il petto alle cosce senza alzare i talloni. La fronte dovrebbe toccare il pavimento, ma questo risultato si raggiunge con il tempo. Le mani possono stare sia davanti a voi, sia al lato dei fianchi.

Qualche altro suggerimento contro i fastidi alla schiena

Dopo aver descritto le migliori posizioni yoga per il benessere della schiena, concludiamo con qualche piccolo accorgimento se siete soggetti a dolore in questa parte del corpo.

Fate impacchi caldi con ingredienti naturali, come lo zenzero e la curcuma, e concedetevi qualche massaggio con gli oli essenziali. Bevete molta acqua per prevenire le infiammazioni, fate stretching quando possibile. Tutti validi stratagemmi per migliorare la situazione!    

Related Posts

by
Previous Post Next Post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

0 shares