Come si manifesta la forfora e quali sono le cause

Uno dei problemi più diffusi del cuoio capelluto è la forfora, che colpisce individui di tutte le età.
La forfora è una problematica che, solitamente, è accompagnata dal prurito al cuoio capelluto. Si manifesta con delle desquamazioni della cute e la caduta dei residui di cellule morte ad “effetto neve”, è possibile notarla sull'abbigliamento dopo aver spazzolato i capelli.
La forfora consiste in un’anomalia del cuoio capelluto, attraverso cui il ricambio delle cellule morte avviene in forma accelerata e anomala.

Esistono tanti e diversi metodi per diminuire o eliminare la forfora, dalle lozioni fai-da-te agli shampoo antiforfora.
In questo articolo spiegheremo le diverse tipologie di forfora e i diversi metodi in cui può presentarsi.

 

La differenza tra forfora secca e forfora grassa

Esistono due tipi di forfora, quella secca e quella grassa, molto diverse tra loro e con metodi di manifestazioni differenti.

Forfora Secca

La produzione di forfora secca aumenta prevalentemente nel periodo invernale o in periodi in cui un individuo è soggetto ad un forte stress. La forfora secca consiste nella disidratazione del cuoio capelluto che produce squame fini e biancastre. Questa tipologia di forfora è spesso accompagnata dal prurito alla testa.

Forfora Grassa

La forfora grassa è tipica negli individui con cute grassa, e produce squame più spesse e gialle. I soggetti colpiti da forfora grassa noteranno i capelli più unti e un forte prurito al cuoio capelluto. La forfora grassa aumenta il rischio di dermatite seborroica e la caduta di capelli.

Origini della forfora: quali sono le cause?

La forfora può essere causata da diverse problematiche, che possono essere fisiologiche o occasionali.

Forfora fisiologica

Le cellule dell'epidermide si sviluppano attraverso una serie di strati, fino a raggiungere lo strato corneo. La forfora fisiologica avviene attraverso la desquamazione delle cellule causata da agenti esterni: l’utilizzo di shampoo aggressivi, le pettinature, l’aria secca e tanto altro.
Quando la forfora nasce per cause fisiologiche non provoca perdita di capelli e non è molto visibile.

Forfora stagionale

La forfora stagionale può essere originata da diverse cause, come:

  • infezioni;
  • trattamenti igienici errati;
  • trattamenti meccanici aggressivi.

Una delle infezioni più comuni che provoca la forfora occasionale è un fungo che si trattiene sullo strato corneo, comunemente chiamato “Malassezia Furfur”. La micosi provocata da questo fungo causa un forte prurito e una forfora abbondante.

La forfora è una fonte di nutrimento per diversi microrganismi come lo Stafilococcus Aureus o il Coccus Polimorfus.

 

Trattamenti igienici errati che causano la forfora

Molte giovani, ragazze e ragazzi, utilizzano prodotti aggressivi per il cuoio capelluto, provocando molti problemi tra cui la forfora e la caduta dei capelli.

  • Shampoo troppo aggressivi: utilizzare quotidianamente shampoo troppo alcalini provoca una riduzione eccessiva di sebo cutaneo, che svolge da protezione per lo stato epidermico. 
  • Prodotti con una forte percentuale di alcool: le lozioni con troppo alcool sono molto aggressive e svolgono un’azione essiccante e disidratante intensa provocando la desquamazione dello strato corneo e, dunque, la forfora.
  • Errato utilizzo del phon e aria troppo calda: il calore fa male ai capelli, tende a disidratare la cheratina e provoca la forfora.

Related Posts

by
Previous Post Next Post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

0 shares