Gli usi dell’aceto bianco: non solo cucina

aceto bianco

L’aceto bianco è un ingrediente molto utile in cucina, per condire le insalate e altri contorni, e anche alcuni secondi piatti. Non tutti sanno, però, che esso è adoperabile in molti altri campi: in particolare per la pulizia della casa, per il bucato e in ambito cosmetico.

Facciamo qualche esempio: con l’aceto bianco si igienizzano le stoviglie, si preparano prodotti antiforfora homemade, si eliminano le incrostazioni dalla moka per il caffè, si rimuovono più facilmente quei fastidiosi pelucchi che restano attaccati ai capi in lavatrice.

Nel complesso, l’aceto ha diverse proprietà: detergenti, disincrostanti, sgrassanti. Non a caso è spesso impiegato per la creazione di ottimi detersivi fai da te. È dunque un must nella vita quotidiana, nonché un supporto per la cura della persona e dell’ambiente domestico.

Vi abbiamo incuriosito con la nostra introduzione? Per approfondire, scopriamo tutti i principali usi dell’aceto bianco!

La pulizia dell’acciaio

Un primo materiale che l’aceto bianco pulisce alla perfezione è l’acciaio.

Ciò significa che potete mantenere in eccellenti condizioni numerosi accessori, inserti e utensili: le maniglie delle porte e dei cassetti, la rubinetteria, le posate, le pentole, il forno, il piano cottura. A tale scopo vi consigliamo di utilizzare una semplice soluzione di acqua e aceto, magari con l’aggiunta di un cucchiaino di bicarbonato di sodio per disinfettare.

La pulizia dei vetri

Lo sporco è un acerrimo nemico dei vetri delle finestre e degli specchi: per fortuna ci sono sostanze come l’aceto bianco, in grado di combattere qualunque alone – anche i più ostinati.

Pulire i vetri con l'aceto bianco
Pulire i vetri con l’aceto bianco

Il procedimento è agevole e immediato. Passate acqua e aceto sulle superfici desiderate con l’aiuto di un panno in microfibra; asciugate il tutto con una manciata di carta di giornale. Lo vedrete, i risultati saranno eccezionali!

Aceto bianco contro i cattivi odori

In generale, l’aceto bianco è ideale come deodorante. È nostro complice nella lotta ai cattivi odori del frigo, dei contenitori per alimenti, delle stanze in cui si fuma e così via.

Consideriamo il frigorifero: un vero e proprio rimedio della nonna consiste nell’impregnare un pezzo di pane raffermo con aceto bianco, e nel lasciarlo all’interno dell’elettrodomestico tutta la notte. Al mattino, gli odori più sgradevoli saranno svaniti nel nulla!

Per quanto riguarda i recipienti per il cibo, riempiteli con acqua e aceto e metteteli nel microonde per un paio di minuti. Uno stratagemma fantastico affinché profumino di pulito. E per sconfiggere il fumo che aleggia da un locale all’altro? Servitevi di un diffusore ad hoc, con qualche goccia di una miscela a base di aceto e limone.

L’aceto bianco è efficace anche contro i cattivi odori che rimangono sulle mani dopo aver toccato alimenti come le cipolle o l’aglio. Un accorgimento suggerito persino contro le macchie.

L’aceto come anticalcare

Tra gli usi dell’aceto bianco c’è anche quello anticalcare. Il calcare tende ad accumularsi nella lavatrice, nella lavastoviglie, nella macchina per il caffè e in molti altri elettrodomestici piccoli e grandi: perché, allora, non adoperare l’aceto bianco come soluzione naturale?

Aceto bianco contro il calcare
Aceto bianco contro il calcare

Di nuovo, potete abbinare l’aceto al bicarbonato di sodio. Un’unione che batterà tutte le incrostazioni!

La pulizia dei bicchieri

Abbiamo detto che l’aceto bianco è indicato per la pulizia delle finestre e degli specchi; ma lo è anche per l’igienizzazione dei bicchieri.

Per ottenere dei cristalli splendenti, basta lavare i bicchieri con un comune detergente neutro e immergerli poi, uno dopo l’altro, in un catino con acqua e aceto bianco. Asciugate con meticolosità prima che si formino gocce e aloni, e il vostro servizio di bicchieri sarà come appena acquistato.

La pulizia della moka

L’aceto bianco è adeguato alla pulizia sia della macchina per caffè sia della moka. Anche questa è spesso soggetta alla comparsa del calcare: è comunque sufficiente colmare il serbatoio per metà con acqua, per l’altra metà con aceto. Lasciate “in posa” per circa 30 minuti e risciacquate sotto un getto tiepido.

Il bucato

Parlando dei più diffusi usi dell’aceto bianco, dedichiamo una parentesi al bucato.

Un ottimo strumento per la pulizia
Un ottimo strumento per la pulizia

Nello specifico, se con il sapone della lavatrice si amalgama un bicchiere di aceto e acqua, tutti i panni usciranno dal cestello con i colori più vividi e brillanti. Non solo: saranno anche più soffici, come se aveste impiegato l’ammorbidente. Provare per credere!

Lavare la frutta e la verdura

Lo sapevate che l’aceto bianco è perfetto per lavare la frutta e la verdura? Ciò vale anche per i cibi più difficili da trattare, come la lattuga: fate solo attenzione, alla fine, a eliminare ogni residuo sotto l’acqua corrente.

La preparazione di un cosmetico per capelli antiforfora

Infine, l’aceto bianco è alleato della nostra chioma: essendo astringente, è raccomandato contro la forfora grassa.

L'aceto bianco: un alleato della nostra igiene
L’aceto bianco: un alleato della nostra igiene

Potete utilizzare, come sempre, soltanto acqua e aceto (pochi ml di aceto in un bicchiere pieno d’acqua) o integrare un pizzico di bicarbonato. Realizzate un impacco con un asciugamano, e sistematelo sulla testa per l’intera notte. I miglioramenti saranno evidenti già dopo le prime settimane.

Related Posts

by
Previous Post Next Post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

0 shares