Posizioni Yoga in coppia, in due per ritrovare e migliorare la propria relazione

Posizioni yoga in coppia

La salute del proprio corpo è importante, per tutti. Molti di voi, con l’arrivo dell’inverno, avranno pensato di dedicare una piccola parte della giornata ad uno sport da praticare al chiuso, magari qualcosa di leggero e rilassante come lo yoga.
Lo yoga, infatti, è una disciplina che coinvolge non solo il corpo, ma anche la mente e lo spirito. Da qualche anno a questa parte, in molti si sono avvicinati a questa disciplina e ne sono rimasti estremamente soddisfatti, adottandolo in seguito come stile di vita.
Può essere eseguito in solitaria, ma lo yoga potrebbe essere anche praticato in coppia, ancor meglio con il proprio partner.
Vediamo insieme quali sono i benefici di questa pratica sportivo-meditativa sia a livello fisico che mentale, nel singolo e in coppia.

Yoga: i benefici su corpo e mente

Lo yoga è principalmente una pratica meditativa, che tramite determinati movimenti permette di allenare il fisico e allo stesso tempo la mente.
I benefici dello yoga sono molteplici: prima di tutto, praticare yoga in maniera costante aiuta a migliorare la coordinazione dei movimenti del corpo e allo stesso tempo correggere la respirazione, ossigenando meglio l’organismo ed eliminando le tossine. Ma non solo, lo yoga fa bene alla schiena: esistono alcune posizioni specifiche per la colonna vertebrale, mirati a mantenere l’elasticità della colonna vertebrale stessa, curando il dolore alla cervicale ed il mal di schiena e correggendo la postura in maniera naturale e non forzata.

Inoltre, imparando a gestire in maniera diversa la respirazione e tramite gli esercizi di meditazione, molte persone sono riuscite a ridurre l’ansia in maniera esponenziale,ma anche gestire le paure più inconsce, tenere sotto controllo gli attacchi di panico e combattere la depressione.
Lo yoga permette a chi lo pratica di scoprire il grande potenziale della propria mente: imparando a governare al meglio i propri pensieri ed avendo di conseguenza più consapevolezza di se e del mondo che ci circonda, è possibile vivere meglio ed abbandonare i sotterfugi utilizzati per tenere a bada lo stress, come ad esempio le sigarette. Smettere di fumare è solo uno dei tanti benefici ottenibili attraverso questa affascinante pratica meditativa.

Yoga di coppia

Sicuramente tutti voi avrete appreso nel corso della vita quanto sia importante imparare ad amarsi prima di poter davvero amare un’altro individuo oltre se stessi.
Come abbiamo precedentemente accennato, lo yoga è una disciplina che aiuta a migliorare la percezione del proprio corpo, migliorando la relazione con il proprio io e imparando così ad amarsi. Praticare lo yoga con il proprio partner vuol dire raggiungere una situazione di complementarietà. Questo può far crescere il livello di confidenza, devozione e di rispetto verso l’altro. Condividere insieme un momento così intimo e profondo sarà estremamente utile per ritrovare e migliorare la propria relazione. La connessione con il partner diventa decisamente più salda, per questo si parla di “unione di anime” e raggiungimento del tanto agognato equilibrio.

Alcuni studi hanno dimostrato che praticare lo yoga in coppia aiuta a risolvere molti problemi di natura sessuale: permette di raggiungere più facilmente l’orgasmo e, nel caso degli uomini, combattere l’eiaculazione precoce e sconfiggere l’ansia da prestazione.

Yoga di coppia: le posizioni e gli esercizi da fare

Vi proponiamo quindi alcuni tra i migliori esercizi di yoga da poter praticare con il vostro partner:

  • Posizione semplice/Sukhasana: sedetevi schiena contro schiena, a gambe incrociate, ed iniziate a respirare profondamente. Continuate la respirazione fino a terminare 5 0 10 cicli. A questo punto, sempre continuando a respirare, ruotate insieme il busto verso lo stesso lato, cercando di fare leva sul lato esterno del proprio ginocchio e toccando con l’altra mano il ginocchio del compagno.
  • Posizione della Pinza: seduti sempre schiena contro schiena, uno di voi dovrà sollevare il bacino da terra allungando la colonna vertebrale sulla schiena del compagno, che a sua volta dovrà piegarsi in avanti. A questo punto il primo dovra stendere completamente le gambe ed allungare le braccia all’indietro fino ad afferrare gli alluci del compagno. Mantenete questa posizione per qualche secondo, per poi scambiarvi i ruoli.
  • Posizione della Scimmia: mettetevi entrambi in ginocchio, l’uno di spalle all’altro. A questo punto portate avanti la gamba destra e piegate la sinistra. Facendo un passo avanti come se fosse un affondo, narcate la schiena indietro e unite le mani sopra la testa rivolgendo lo sguardo verso l’alto. Mantenete la posizione per qualche secondo, respirando profondamente, dopodichè ripetete l’esercizio cambiando gamba.
  • Posizione dell’Albero: questa volta mettetevi in piedi, l’uno di fianco all’altro. Piegate entrambi la gamba esterna appoggiando il piede al muscolo adduttore della gamba che vi sostiene, posizionandolo il più in alto possibile. A questo punto stendete il braccio interno sopra la testa e congiungete i palmi, dopodichè piegate il braccio esterno e portatelo verso il centro, come da unire le mani in preghiera. Respirate profondamente, dopodichè ripetete l’esercizio.
  • Posizione del Guerriero: sempre in piedi uno di fianco all’altro, gambe divaricate e braccia allargate parallele al pavimento con i palmi rivolti verso il basso, spostate il peso del vostro corpo piegando la gamba esterna e tenete l’altra in tensione. Afferratevi quindi le braccia l’un l’altro, respirate profondamente dopodichè cambiate lato.

Related Posts

by
Previous Post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

0 shares